E giù a chiedermi qual era quel vino di quella cantina che mi era piaciuto ma che adesso non mi torna in mente. Macché, niente da fare. I vini che mi ricordo sono principalmente di 3 tipi:

  1.  Quelli che non mi piacciono. Questi Il cervello li memorizza alla perfezione e come li vede sopraggiunge immediato il classico mal di testa. Istinto di protezione.
  2.  Poi ci sono i vini che piacciono. Ma che piacciono proprio tanto tanto tanto. Quelli per cui venderei la mia bicicletta. E sono per definizione rarissimi.
  3.  E poi ci sono quelli bevuti in una situazione particolarmente piacevole, che si legano quindi a un altro ricordo.

Per tutti gli altri ci vuole un database. Ne ho provati tanti e nessuno mi ha mai convinto. Ora oltre al tal vino devo ricordarmi anche il tal database in cui potrei averlo registrato! NCS

Però possiamo costruirci una memoria del vino. E se la montagna non va a Maometto…

Partendo dalle sensazioni che ci regala una bottiglia viaggeremo alla ricerca dei nostri aBBinamenti.  Che libro avete letto che vi sembrava avere caratteristiche simili? E se fosse una canzone, un luogo o un film? A voi la scelta.